iphone articoli taggati

Embrace+, il bracciale intelligente per smartphone

cover

Se siete ancora in cerca del gadget dell’estate, non potete farvi sfuggire questo nuovo bracciale intelligente. Si chiama Embrace+ ed è pensato per comunicare con il vostro iPhone o smarthone Android. Questo bracciale colorato è in grado di connettersi con il vostro inseparabile smartphone tramite Bluetooth e sarà proprio lui ad avvisarvi quando ricevete una notifica oppure quando la batteria del cellulare è quasi scarica? Come fa? In maniera molto semplice: si illumina e cambia colore.

embrace 1

Embrace+ è sottile e leggero, pensato con un design unisex, che si adatti sia agli uomini che alle donne. Completamente impermeabile, lo potrete usare anche al mare, si ricarica tramite micro usb ed è personalizzabile grazie ad una app dedicata...

Leggi tutto

Anche i templi buddisti si aggiornano con l’ iPhone

cover tibet

Chi avrebbe mai detto che la tecnologia sarebbe arrivata persino lì dove la vita è più spartana, in un luogo dove esistono solo raccoglimento, natura e preghiera. Eppure l’iPhone è riuscito ad arrivare persino nei templi buddisti che, per definizione, sono lontani dal resto del mondo e dalla modernità.

china_tours_2355_1235551905

(Photo credits: chinavtour.com )

Il Monastero di Rongbuk è situato in Tibet ed è il monastero più in alto del mondo. Si trova a 4980 metri di altezza, ai piedi del monte Everest e proprio per questo è il santuario più vicino al cielo ed è conosciuto non solo per essere meta spirituale, ma anche per le sue viste mozzafiato che permettono di ammirare un panorama meraviglioso. Offre infatti la vista più spettacolare del Monte Everest e delle sue vette circostanti di Shisha...

Leggi tutto

Tian Yu, la ragazza che è quasi morta per fare gli iPad

TianYu

L’ iPad è un oggetto come un altro. Un dispositivo comodo, bello da vedere e da utilizzare, ma resta comunque un oggetto. Guardandolo non immaginiamo nemmeno il lavoro che c’è dietro per essere realizzato e spesso, nella sua storia, ce ne son altre intrecciate che non conosceremo mai. O quasi mai. Una di queste è la vicenda di Tian Yu, la ragazza diciassettenne che ha rischiato di morire per fabbricare gli iPad.

40A6360D5346C7CFADD7585C289FF746

(Photo credits: theguardian.com)

Yu è una cinese che lavorava alla Foxconn, il partner asiatico della Apple che assembla tutti i dispositivi della casa di Cupertino. Il 17 marzo 2010 alle 8.00 del mattino la ragazza si è gettata dal quarto piano del suo dormitorio alla fabbrica di Shenzhen, nel sud della Cina, dopo aver lavorato alla catena di montaggio di 400...

Leggi tutto

Justin Bieber e l’iPhone perduto…nelle mutande!

53-0020007R

Inutile negarlo: Justin Bieber, la pop star idolatrata dalle ragazzine di tutto il mondo, si sta sbizzarrendo in una serie di azioni che ci danno molto da scrivere e che, inevitabilmente, mostrano un lato della sua personalità decisamente trash. Chi l’avrebbe mai detto che il ragazzino che canta Baby, il singolo più venduto della storia (ebbene sì, è la dura verità) con quell’aria da mocciosetto uscito dalle scuole medie, con la faccina pulita e un po’ pallidina, nascondesse un lato oscuro così pronunciato?

Se non ne avete avuto abbastanza delle bravate delle ultime settimane, ad aggiungersi alla lista arriva anche la storia dell’iPhone perduto…nelle mutande! Sì, avete capito bene...

Leggi tutto

Avvocato cita in giudizio la Apple per non avergli impedito di vedere i film porno

m1fwatap3rpb_760

Bisogna ammetterlo, a volte l’assurdità umana supera di gran lunga la fantasia. Dagli Stati Uniti arriva una notizia che ha davvero dell’incredibile e non si può fare a meno di ridere sbalorditi. Un avvocato di Nashville, Chris Sevier, ha citato in giudizio la Apple per un motivo tanto ridicolo quanto demenziale. Non è per via di un difetto dell’iPhone o per un problema di alimentazione dell’iPad, ma perché secondo lui la Apple è colpevole del fatto che sui suoi dispositivi si possono vedere i film porno.

No, non è una barzelletta, ma la pura verità. Il trentaseienne Sevier, che ha richiesto pure un risarcimento per danni morali, ha scritto di suo pugno una denuncia contro la Apple di ben cinquanta pagine, in cui pretende che l’azienda installi un filtro sul browser per...

Leggi tutto