facebook articoli taggati

La vostra coppia durerà? Ve lo dice Facebook con un nuovo algoritmo

Couple Holding Hands

L’amore ai tempi di Facebook, è così che si potrebbe chiamare il nuovo mood dei rapporti di coppia. In un’epoca in cui ci si prende e ci si lascia con un tweet o con uno status su Facebook – con il relativo aggiornamento della propria situazione sentimentale – era inevitabile che si sarebbe giunto a questo. A quanto pare, alla Cornell University di New York l’ingegnere Lars Backstrom e l’analista Jon Kleinberg hanno elaborato una relazione in cui spiegano un nuovo algoritmo da loto ideato, grazie al quale sarebbe possibile decretare se il nostro rapporto di coppia funzionerà o se sarà destinato ad un inevitabile naufragio. Come? Con un semplice algoritmo.

images_facebook_love_amore_coppia

(Photo credits: resapubblica.it)

I due studiosi hanno preso in considerazione oltre un milione di utenti e, basandosi ...

Leggi tutto

Selfie, la moda dell’autoscatto delle nuove generazioni (e non solo)

k-selfie-goofy

Alzi la mano chi non si è mai fatto un autoscatto col proprio smartphone. Ormai con i nostri dispositivi mobili che si fanno guerra all’ultimo mega pixel, siamo in grado di fare foto estremamente belle, arricchite anche con filtri particolari, strane angolazioni e una sorprendente nitidezza d’immagine. Se pensate, però, che sia un fatto isolato, senza implicazioni sociologiche, vi sbagliate. E’ nato persino un termine inglese per spiegare il fenomeno del click facile: si chiama Selfie, che noi tradurremmo con autoscatto, ed è stato persino inserito nel prestigioso Oxford Dictionary come la parola rappresentativa del 2013...

Leggi tutto

Tutti gli utenti di Facebook in un’unica immagine… e ci sei anche tu!

cover

Guardate questa foto:

ku-bigpic

Se vi sembra semplicemente uno schermo grigio in stile pointillisme, allora non siete attenti osservatori, perché quei puntini microscopici colorati sono molto di più… siamo noi! Se siete iscritti a Facebook saprete che, per quanto possiate rendere elevate le vostre limitazioni sulla privacy, la foto del vostro profilo sarà sempre visibile. Ebbene, la designer freelance Natalia Rojas ha organizzato tutte le foto in ordine cronologico in base a quando ognuno di noi si è iscritto alla piattaforma di Zuckerberg e ne ha fatto un’unica immagine interattiva, un progetto particolare e unico nel suo genere chiamato “I volti di Facebook.”

Ogni persona che è iscritta al social network è parte di questo infinito mosaico di volti, ovvero 1,2 miliardi di person...

Leggi tutto

Nessuno tocchi i “Like” di Facebook, parola della Costituzione Americana

logo FB

Che nell’era dei social network, Facebook in primis, l’espressione delle proprie preferenze, in qualsiasi ambito, sia diventata ormai di dominio pubblico è cosa assai risaputa. Il Like it, o Mi piace che dir si voglia, con il pollice in su è diventato praticamente un marchio, riconoscibilissimo, che persino alcune case automobilistiche hanno scelto per le loro propagande pubblicitarie, qualcuna addirittura sulla vettura in questione.

Ecco perché, in assoluta libertà di pensiero, quando Daniel Day Cartervice sceriffo di Hampton, in Virginia, ha espresso la sua preferenza, ovvero un like, per Jim Adams, diretto rivale del suo capo, non immaginava che di lì a qualche giorno sarebbe stato licenziato in tronco. Ed è scoppiato il caso. 

Leggi tutto

Gli indiani non lasciano la mancia. Un post su Facebook fa licenziare due cameriere

mancia

Solo qualche settimana fa vi avevo parlato di un commesso newyorchese della famosa griffe francese Lacoste che era stato licenziato per aver pubblicato su Instagram la foto della sua busta paga, a suo dire troppo bassa per il costo della vita nella grande mela. Oggi invece arriva la notizia del licenziamento di due commesse del Famous Dave’s Restaurant di Bismarck, nel Nord Dakota, specializzato in barbecue, a causa di un post giudicato offensivo su Facebook nei confronti dei nativi americani.

Il post incriminato, consistente nella foto che vedete di seguito, ritrae una dipendente del ristorante, di nome Andrea Casson, con un cartello scritto a mano in cui, sostanzialmente, sostiene di aver ricevuto delle mance irrisorie...

Leggi tutto

Con un cinguettio Twitter annuncia la sua entrata in Borsa

cover

Se ne parlava da tempo e la conferma è giunta con un cinguettio, come quello del buongiono. Alle 17.00 ora locale da San Francisco (in Italia erano circa le 23.00) arriva un tweet con cui Twitter annuncia l’avvio delle pratiche legali alla SEC (ovvero Securities and Exchange Commission) per entrare in Borsa e diventare una società pubblica. Una stima da 10 miliardi di dollari che dovrà essere confermata dagli analisti. Numeri consistenti e inimmaginabili nel marzo 2006, quando Jack Dorsey creò il social network dell’uccellino azzurro. In realtà è un decimo rispetto ai 100 miliardi dell’IPO di Facebook, ma l’attuale Ceo Dick Costolo non vuole correre le difficoltà del flop che ha dovuto fronteggiare Zuckerberg.

La prima piattaforma interattiva a fare la sua entrata in Bors...

Leggi tutto