Steven Soderbergh dona 10 mila dollari su Kickstarter per il film di Spike Lee

navne_Steven_Soderb_713251a

Tra colleghi ci si aiuta, è proprio il caso di dirlo. Steven Soderbergh, famoso e prolifico regista americano, ha aderito alla campagna di reperimento fondi che Spike Lee ha aperto sulla piattaforma di crowdfunding Kickstarter per il suo prossimo film. Ve ne avevo parlato solo qualche giorno fa, quando il regista afroamericano aveva avviato con un tweet la ricerca di soldi per finanziare Human beings that are addicted to blood, la pellicola sexy e divertente che Lee vorrebbe realizzare a breve termine. In base ai termini decisi da Spike Lee per la sua campagna su Kickstarter, Sodergergh ha diritto ad una cena con il collega e il suo posto in prima fila accanto alla moglie Tonya per vedere la partita dei Knicks, l’amatissima squadra di basket newyorchese che Spike Lee segue da sempre.

Steven-Soderbergh

(Photo credits: boxofficeindia.co.in)

Lo porto a cena e andiamo a vedere la partita insieme” ha commentato Lee alle telecamere di NextMovie, il blog di MTV. “Non so nemmeno se gli piace lo sport! Ma gli cedo volentieri la partita. E’ il mio modo di ringraziare Steven Soderbergh per il suo sostegno, e sono davvero onorato che abbia voluto partecipare al mio progetto e salire a bordo“.

La campagna di Spike Lee è partita su Kickstarter il 23 luglio e ha finora ha raggiunto poco meno del 10% del suo obiettivo di 1.250.000 di dollari. La decisione del regista di utilizzare la famosa piattaforma di crowdfunding è maturata dopo il precedente di Veronica Mars, la serie tv cult che, dopo essere stata cancellata dalla rete televisiva, ha proposto una campagna di fondi su Kickstarter per realizzare il film raggiungendo la somma di ben 5 milioni di dollari.

Celebrities Attend The Miami Heat Vs New York Knicks Playoff Game - May 3, 2012 miami-heat-wont-participate-in-spike-lee-documentary-the-jasmine-brand

(Photo credits: sneakerfiles.com e thejasminebrand.com)

Soderbergh, che tra i suoi film vanta Erin Brockovich, la trilogia di Ocean’s con George Clooney e Traffic, è uscito nelle sale quest’anno con il film tv Behind the Candelabra, il film biografico sul pianista omosessuale Liberace, interpretato da Michael Douglas e Matt Damon e finanziato dalla HBO dopo essere stato rifiutato dagli Studios di Hollywood “perché troppo gay” disse il regista qualche anno fa, durante la preparazione della pellicola. Proprio perché conosce bene l’ostruzionismo delle major cinematografiche, Soderbergh ha quindi deciso di dare una mano al collega Spike Lee. “La cosa peggiore, soprattutto negli ultimi cinque anni, è vedere quanto vengono trattati male i registi – ha dichiarato Soderbergh a gennaio sul New York Magazine – è assolutamente orribile il modo in cui le persone con i soldi decidono di poter scoreggiare in cucina, per dirla senza mezzi termini.

Per rendere la sua campagna fondi più “accattivante”, Spike Lee ha previsto dei piccoli premi per chi effettuerà una donazione. Chi darà 5 dollari avrà un tweet dedicato dal regista, chi donerà sopra i 75 dollari avrà un suo autografo su un poster in edizione limitata del prossimo film, mentre chi donerà 10 mila dollari – come Soderbergh – avrà il piacere di cenare con Spike Lee in persona. Finora solo altre 3 persone hanno fatto donazioni davvero consistenti e mancano ancora 25 giorni allo scadere della raccolta fondi. Ce la farà Spike Lee a raggiungere la meta?

 

via

Lascia un commento


7 + sei =

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>